ODONTOVETROMA.IT
odontostomatologia veterinaria

Stomatite linfo-plasmacellulare (LPS)


La stomatite nei gatti è una patologia che si manifesta con disturbi gravi tanto da impedire ai mici colpiti di alimentarsi in maniera adeguata.
Solitamente la stomatite si accompagna a scialorrea e forte dolorabilità alla apertura della bocca e durante la prensione dell’alimento.
Spesso all’origine del problema ci sono infezioni da retrovirus o calicivirus o herpesvirus della specie.
Clinicamente si riscontra una grave infiammazione delle gengive e delle mucose delle guance e delle pieghe glossofaringee,talvolta si ha il coinvolgimento della cute delle commessure labiali.
La causa o meglio l’effetto di questa patologia è una inadeguata risposta immunitaria nei confronti dei germi che normalmente presenti in cavità orale formano la placca dentale.
La presenza di linfociti e plasmacellule nei tessuti colpiti indica la cronicità e la gravità delle lesioni evidenziabili all’esame clinico.
I trattamenti farmacologici ,fin qui proposti, per la cura di questa patologia ,da soli, non hanno portato a risultati soddisfacenti o duraturi.
La ablazione completa di alcuni elementi dentali(incluse tutte le radici) permette , associata o meno ai trattamenti medici, una immediata attenuazione dei sintomi ed una prospettiva di guarigione completa a medio termine.
L’intervento viene eseguito con elevazioni di lembi chirurgici e controlli radiografici intraoperatori,per permettere una rapida guarigione dei tessuti molli associata ad un profondo courettage delle strutture alveolari (alveoloplastica).


Lesioni da riassorbimento osteoclastico (FORL)


Queste lesioni dentali sono, ai giorni nostri, i problemi più frequentemente riscontrati nella pratica odontoiatrica dei gatti.
Essi si manifestano clinicamente soltanto nel 40% dei casi,per poter escludere la presenza di FORL nel gatto è necessario effettuare un esame radiografico di tutti gli elementi dentali.
Solitamente le lesioni FOR iniziano nell’area cervicale del dente, esse evolvono con il riassorbimento di sostanza dentale, le lacune createsi vengono invase da tessuto di granulazione,il processo continua generalmente fino al completo riassorbimento dei denti colpiti.
Da quello che finora ho affermato sembra non esserci soluzione al problema ed in effetti il destino del dente colpito è quello di sparire.Purtroppo , durante questo periodo di riassorbimento della struttura dentale il gatto è particolarmente sofferente per sensibilità dentale acuta e vittima del processo infiammatorio parodontale che è tutto intorno il dente colpito.
Il trattamento di queste lesioni è indirizzato a risolvere il problema del dolore e quello dell’infiammazione, esso varia in relazione al grado di coinvolgimento degli elementi trattati,vengono proposti diversi tipi di interventi dentali.

Trattamenti per FORL e Stomatite(LPS) nel gatto

martedì 14 novembre 2006.