ODONTOVETROMA.IT
odontostomatologia veterinaria

Ad alcuni potrà sembrare una pazzia !
Pulire i denti del mio cane ? Dottore ma io ho tante cose da fare e poi a che serve questa cosa a prendersi dei morsi?


Più o meno così mi sono sentito rispondere da vari clienti a seguito della prescrizione del dentifricio enzimatico e spazzolino per cani.
Questa procedura , però , risulta la più appropriata per prevenire o quanto meno rallentare la progressione della malattia parodontale dei nostri amati pets.
Come ci sentiremmo noi stessi dopo una settimana che non ci spazzoliamo i denti?
E perché invece il nostro cane potrebbe farne tranquillamente a meno per tutta la vita?
A Parigi al museo la “Gare d’Orsay’ sono ritratti molto realisticamente i notabili del tempo di Gustave Courbet, ebbene essi appaiono tutti sdentati proprio perché in quell’epoca non c’era l’uso di spazzolarsi i denti con lo spazzolino ed il dentifricio .
Quindi ad una età propria di una persona matura i denti erano gia caduti a seguito della malattia parodontale , guarda un po’ ,vi sembra strano?
Ebbene accade pressappoco lo stesso nei nostri animali specialmente in prospettiva di una lunga vita , specialmente in alcune razze di cani di piccola taglia anche se la malattia parodontale tende a colpire tutti i soggetti dopo i 3-5 anni di età.

Quindi armiamoci di santa pazienza e dopo aver acquistato la pasta enzimatica in farmacia (non è utilizzabile il normale dentifricio) ,apprestiamoci a sollevare le labbra del nostro cane in tutte le direzioni allo scopo di accertarci di quello che stiamo facendo e cominciamo a spazzolare i denti almeno periodicamente , non è necessario aprire la bocca è sufficiente concentrare l’azione sulle superfici buccali(esterne) dei denti.
La frequenza della procedura viene stabilita dal veterinario che ha visitato l’animale accertandone le condizioni.

Spazzolare i denti al cane?

giovedì 26 luglio 2007.